Ecco un'altra città italiana dotarsi di nuove telecamere di sicurezza per i suoi quartieri. Questa è la volta di Roma e del rione Esquilino.

Oggi siamo a Roma e più precisamente nel suo rione Esquilino. E finalmente, anche qui, come in molte altre città italiane, si installeranno nuove telecamere di sicurezza. Questo progetto fa capire che, nel concreto, si stanno compiendo grandi passi in avanti per cercare di mantenere maggiormente sotto controllo i diversi territori. Questa volta, però, l'idea di "prevenire è meglio che curare" arriva direttamente dal popolo: da associazioni, comitati e semplici cittadini.

La proposta arriva dal basso
La proposta di installare nuovi impianti di videosorveglianza è stata annunciata dal segretario di Piazza Vittorio Aps (Associazione di Promozione Sociale), Vincenzo di Berardino, lo scorso 24 giugno durante il terzo appuntamento di Esquilino Chiama Roma. Un forum che si occupa di interventi mirati alla valorizzazione dal basso del rione, a cui, in primis, partecipano attivamente i cittadini.

Infatti, le telecamere di sicurezza per Esquilino sono un'iniziativa nata dal basso. Con lo scopo di monitorare e proteggere il territorio più di quello che si è fatto finora. Per il momento, sono previste 10 telecamere da applicare fuori dalle vetrine di negozi sotto i portici di Piazza Vittorio e saranno direttamente collegate con la Questura e i Carabinieri. La spesa di 25 mila euro sarà a carico dell'associazione Aps, mentre per quanto riguarda l'installazione, se ne occuperà una ditta privata, che ha firmato un protocollo d'Intesa con il ministero dell'interno.

"Il percorso per ottenere i permessi è stato lungo e difficile, arrivato dopo una lunga interlocuzione con Prefettura e Comune. Arriveranno entro fine luglio. Abbiamo sempre dato grande importanza nelle nostre iniziative al tema della sicurezza". Ecco le parole del segretario dell'associazione Aps.

L'importanza del forum di Esquilino e di installare nuove telecamere di sicurezza
Il forum di Esquilino Chiama Roma non ha solo l'obiettivo di adottare continue soluzioni preventive e più sicure per il proprio territorio. Ma intende riqualificare il quartiere, trasformandolo in un laboratorio di proposte e dialogo, che coinvolge residenti ed istituzioni. Solo unendo le forze, infatti, si potrà fare la differenza.

Anche nel vostro comune di residenza c'è un servizio simile a quello di Scandicci?
Raccontacelo scrivendoci un messaggio al numero 3288065409 (Telegram o Whatsapp) oppure scrivici una email a consumer@lookathome.it