L'accordo tra il comune di Scandicci e Gest: la Polizia Municipale gestirà le telecamere delle fermate della tramvia.

Finalmente anche nel comune di Scandicci, provincia di Firenze, l'attenzione alla prevenzione e alla sicurezza sarà maggiore. Infatti, d'ora in poi, le telecamere alle fermate della tramvia verranno gestite e controllate dalla Polizia Municipale. La decisione è stata presa dal comune e da Gest durante una giunta comunale. Ad annunciare la bella notizia il sindaco Sandro Fallani con un post su Facebook.

L'accordo tra il Comune di Scandicci e Gest per le telecamere di videosorveglianza
Con un accordo firmato, le due parti si impegnano ad intensificare il controllo sul territorio e quindi, a prevenire il più possibile i casi di pericolo. Le fermate interessate sono: Aldo Moro, Resistenza, De Andrè e Villa Costanza.

In pratica, si tratta della prima “Convenzione con soggetti privati per l'installazione di telecamere da collegare al sistema di videosorveglianza comunale”. Dove lo scopo, oltre alla maggior sicurezza, è quello di rendere pubblico l'utilizzo di sistemi di videosorveglianza. Evitando così i limiti imposti dalla normativa sulla privacy per le telecamere di sistemi privati.

Anche i privati possono entrare a far parte del progetto
Il progetto di far gestire le telecamere a Scandicci dalla Polizia Municipale non è limitato solo al Comune stesso. Ma coinvolge anche i privati, come aziende e attività commerciali, che sono munite di impianti di videosorveglianza. Ovviamente, prima di entrare a far parte del sistema di videosorveglianza comunale, il progetto deve essere approvato dagli organi statali.

Poi, è il Comando di Polizia Municipale di Scandicci ad occuparsi della gestione delle immagini, con le stesse modalità di quelle comunali. La manutenzione ordinaria è a carico del Comune, mentre quella straordinaria con eventuale sostituzione dell'apparecchio è a carico del privato.

L'importanza di adottare sempre più telecamere sul territorio
Il caso di Scandicci e delle telecamere della tramvia è un chiaro esempio di come se ci si impegna sul serio, un cambiamento può avvenire. Questo perché adottare sempre più telecamere per il proprio territorio non solo va ad intensificare il controllo e la prevenzione, ma è di grande "conforto" per i cittadini che si sentono più protetti e tutelati dal comune.

Inoltre, affidare le telecamere private alla videosorveglianza comunale è un gesto di collaborazione e deve essere uno sprono per molti altri comuni. Perché solo insieme si può fare la differenza.

Anche nel vostro comune di residenza c'è un servizio simile a quello di Scandicci?
Raccontacelo scrivendoci un messaggio al numero 3288065409 (Telegram o Whatsapp) oppure scrivici una email a consumer@lookathome.it