Guide e Consigli

Guide pratiche all'uso dei prodotti di elettronica e alla scelta delle migliori tecnologie sul mercato. Antifurto, videosorveglianza , e smart gadgets
  • Come si configura la Fototrappola LKM?

    Videosorveglianza: Come configurare la Fototrappola LKM Security

    Come configurare in maniera corretta la Fototrappola? Come si attivano le notifiche via email e/o MMS? Penserete che sia difficile e invece no!
    Per semplificare la spiegazione, divideremo la lezione in due parti:
    PARTE 1 - Configurare la telecamera da computer;
    PARTE 2 - Come impostare le principali funzioni.
    In questo articolo spieghiamo come si configura in maniera corretta una Fototrappola LKM Security attraverso il sistema operativo Windows.

     

    PARTE 1 - configurare la telecamera da computer

     

    Il primo passaggio da fare è collegare la Fototrappola al computer con cavo USB.
    Fototrappola LKM SecurityInserire l'interruttore della Fototrappola in modalità "TEST".

    Fototrappola LKM Security

    Installare il software, presente nel CD-ROM all'interno della scatola, della Fototrappola LKM Security direttamente sul proprio computer.
    In caso in cui, per qualsiasi motivo, dovesse riscontrare problemi nell'installazione da CD-ROM; può cliccare sull'immagine in basso per poter scaricare il software.

    Lookathome Clicca qui per scaricare il Software della Foto trappola LKM Security

    Aprire il file ".rar" appena scaricato.

    Fototrappola LKM Security

    Accedere nella cartella "Software fototrappola" e cliccare sulla sotto cartella "MMSCONFIG".

    Fototrappola LKM SecurityPigiare sul programma eseguibile "MMSCONFIG.exe".
    Fototrappola LKM Security

    Una volta aperto il programma, questo è l'interfaccia grafica che verrà visualizzata.

    Fototrappola LKM Security

    PARTE 2 - Come impostare le principali funzioni

    Dopo aver visualizzato la pagina iniziale del programma, si possono effettuare tutte le modifiche per migliorare l'uso della Fototrappola LKM Security.
    Le principali modifiche che andremo a osservare sono:

    La prima cosa da fare è impostare il nome alla telecamera, in questo caso "LKM"

    Fototrappola LKM SecurityIl passaggio successivo è quello di inserire la marca della scheda telefonica all'interno delle impostazioni. Quindi, andare su Menù "MMS" -> Country: "Italia" e scegliere la marca della scheda telefonica inserita all'interno.
    Fototrappola LKM Security Attivare le notifiche per via email (si possono inviare notifiche fino a 4 email diverse)

    Fototrappola LKM Security

    Attivare notifiche via MMS (si possono inviare notifiche fino a 4 numeri telefonici diversi)

    Fototrappola LKM Security

    Vieni a scoprire tutti i dettagli delle nostre Fototrappole LKM Security

  • Sorprenditi con l'Allarme Casa Wireless GSM gestibile a distanza

    KIT ALLARME CASA LKM SECURITY

    ALLARME CASA LKM SECURITY ALLARME CASA LKM SECURITY

    L'allarme casa LKM Security è un kit di antifurto sviluppato e migliorato negli anni fino ad ottenere un prodotto sicuro e affidabile. Ideale per casa, uffici, negozi e camper. E' facile da installare e utilizzare dal proprio smartphone, attraverso l'applicazione gratuita dedicata, senza costi in abbonamento.

    Caratteristiche Tecniche:

    ♦ Sensori: Questa centralina offre la possibilità di collegare contemporaneamente fino a 99 sensori wireless e 4 sensori cablati senza creare problemi di interferenza tra di loro.

    ♦ Azioni rilevate dai sensori:Sistema d'allarme estremamente versatile per la sua natura wireless, permette di rilevare una vasta gamma d'azioni intrusive:
    - Apertura porta/finestre
    Rilevazione del movimento anche in totale oscurità
    - Interruzione rete elettrica
    - Esaurimento della batteria

    ♦ Funzione GSM: Questa centralina d'allarme supporta al suo interno una scheda SIM che vi permetterà di comunicare con il vostro antifurto, ricevendo notifiche d'avviso (in caso di intrusione o esaurimento batteria) direttamente sul vostro cellulare (qualsiasi modello) in forma di sms oppure chiamata (messaggio da voi pre-registrato).

    ♦ Altoparlante e Microfono: Questo antifurto è dotato di altoparlante e microfono per poter monitorare anche i suoni del vostro ambiente offrendovi in questo modo una protezione a 360°.

    ♦ Batteria: Poiché l'elemento centrale di un sistema d'allarme è la sua alimentazione, questo antifurto è dotato di una batteria interna al litio da 1000mAh che in caso di interruzione della rete elettrica per mano di un malintenzionato oppure per cause ambientali (es. fulimini), gli permetterà di rimanere in funzione a lungo. Così durante un periodo d'assenza prolungato non dovrete più preoccuparvi di un suo eventuale spegnimento.

    Contenuto Confezione:

    m2e_10_1

    Centralina: Il cuore dell'allarme casa, dove vengono collegati i sensori senza fili  come sensori porta/finestra, telecomandi, sensori di movimento PIR e sirene.

    pir_6

    Sensore di movimento: come dice la parola stessa, rileva tutti i movimenti all'interno dell'abitazione e manda segnali continui alla centralina che in caso di movimento, vi avviserà all'istante tramite una chiamata e/o un SMS.

    sensore_porte_4

    Sensore porta/finestra: come i sensori di movimento, sono in continuo contatto diretto con la centralina che viene avvertita se qualcuno osasse manomettere e aprire le tue finestre, porte e tapparelle.

    telecomando_2

    Telecomando dell'antifurto: Il dispositivo elettronico che consente di inviare segnali alla centralina. Il telecomando è di piccole dimensioni e raggiunge la centralina anche a una distanza di 15 metri.

    sirena_interno_2_2 Sirena da interno
    sirena_esterno_bianca Sirena da esterno

    Sirene: Vengono azionate direttamente dalla centralina, emettono un suono di allarme, di forte intensità da 110 dB a 120 dB.

    Nel tempo abbiamo analizzato per voi i migliori Kit di allarme casa adatti per ogni esigenza.

    Kit M2E personalizzati per le tue esigenze:

    nero_-_lite (1) KIT BASE
    nero_-_s4 Ideale per il Camper
    nero_-_plus Ideale per la casa
    nero_-_s8 Ideale per l'ufficio
    nero_-_splus KIT Completo

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Vi ricordiamo che sul nostro è possibile ricevere agevolazioni fiscali per la ristrutturazione

    SCOPRI DI PIU' SULLE AGEVOLAZIONI FISCALILe Agevolazioni

  • Come vedere le telecamere da remoto - Lezione 2

    Videosorveglianza: Come vedere le telecamere da remoto

    Lezione n°2 - Configurazione Telecamera IP da computer

    Come vedere le telecamere da remoto? Penserete che sia difficile e invece no!
    In questo articolo spieghiamo come vedere le telecamere da remoto attraverso i sistemi operativi Windows e Mac.

    Le telecamere possono essere configurate in due modi diversi:

    1. Automaticamente, per poter utilizzare la funzione P2P, le basta collegare la telecamera alla sua rete, quindi direttamente al suo router, in modo che la telecamera abbia una connessione internet;
    2. Manualmente, processo più lungo ma efficace.

     

    CONFIGURAZIONE AUTOMATICA DA COMPUTER

    La telecamera può essere vista e gestita collegandola al cavo lan, quindi al suo modem/router, e collegandola all'alimentatore tramite la presa della corrente.
    Automaticamente la telecamera è pronta per essere gestita e configurata; nella confezione è presente un CD-ROM dove è presente il programma "IP Camera Tool" che ha la funzione di identificare le telecamere nella rete domestica.

    CD-ROM Esecuzione CD-ROM
    INSTALLAZIONE CD Installazione software "IP Camera Tool"

    Una volta identificata la telecamera basterà un doppio click sull'indirizzo IP e automaticamente si aprirà il suo browser con la sua telecamera.

    Seleziona Telecamera IP Selezionare Telecamera IP

    Prima di mettere il nome utente e password, bisogna cliccare su "Plugin, are not found, Click me to download" per scaricare il software.

    Plugins aren't found Cliccare su "Plugin, are not found, Click me to download"

    Dopo l'installazione del software, bisognerà riavviare il browser e rieseguire la procedura (Quindi doppio click sull'indirizzo IP della telecamera si aprirà il browser).
    Al primo accesso i campi devono essere i seguenti:

    Username= admin
    Password = VUOTO, nessuna password

    Primo accesso Primo accesso - USERNAME: admin & PASSWORD: (campo vuoto)

    Successivamente le verrà chiesto di inserire un nuovo Username e Password, facendo il login potrà vedere la sua telecamera e gestirla.

    Inserire nuova Username e Password Inserire nuova Username e Password

    Dopo si deve inizializzare la telecamera, riempiendo gli spazi con Username e Password da lei impostati.

    Inizializzazione della telecamera Inizializzazione della telecamera

    CONFIGURAZIONE MANUALE DA COMPUTER

    Come vedere le telecamere da remoto qualora il metodo automatico non dovesse funzionare? Vi illustreremo come fare passaggio dopo passaggio ("step by step").
    Il primo passaggio è quello di entrare nelle impostazioni della telecamere e recarsi nel sotto menù "Rete" e cliccare su  "Configurazione IP" (quindi impostare un indirizzo IP statico alla sua telecamera, disabilitando il DHCP).
    Consiglio questi valori:

    Indirizzo IP: 192.168.1.150 oppure 192.168.0.150
    Subnet Mask: 255.255.255.0
    Gateway: 192.168.1.1 o 192.168.0.1 (indirizzo del ruoter, *se nel caso l'indirizzo del suo router fosse 192.168.0.1 la configurazione IP sarà 192.168.0.150)
    Server DNS principale: 192.168.1.1
    Server DNS secondario: 192.168.1.1

    Configurazione IP Configurazione IP

    Una volta impostati tali valori la telecamera si riavvierà con il nuovo indirizzo.
    Ora bisogna impostare la porta della telecamera.
    Quindi accediamo nel sotto menù "Port" e cambiamo solo il valore "HTTP" consiglio la porta "3000".

    Modifica porta Impostazione Porta

    Il prossimo passaggio è quello di collegare la telecamera con il wi-fi.
    Nel menù di "Rete" bisogna selezionare "Impostazioni Wireless"; quindi pigiare su "Scansione" per ricercare la propria rete wi-fi. Una volta identificata la propria rete bisogna inserire la password del wifi e salvi le impostazioni, quindi scolleghi il cavo di rete ed attenda 60 secondi.

    Wifi Ricercare il wifi di casa

    Provi quindi a riconnettersi alla sua telecamera senza fili utilizzando il software "IP Camera Tool" oppure l'indirizzo IP precedentemente impostato, in questo caso 192.168.1.150. A questo punto la configurazione del wi-fi è terminata.

    Successivamente bisognerà abilitare il DDNS, quindi la connessione in remoto, nel menù "Rete" troveremo il sotto menù "DDNS".

    Per visionare la telecamera da remoto, bisogna permettere alla stessa di comunicare con il proprio router/modem; per fare questo bisogna aprire la porta “HTTP” della telecamera sul router.

    Accedendo quindi sul suo router, deve trovare il menù per l’apertura delle porte.
    IMPORTANTE: ogni router ha un menù diverso che può chiamarsi in vari modi come "Port Forwarding" "Inoltro Porte" "Virtual Server" "Port Mapping" oppure "Nat".

    Una volta identificato il suo menù deve accedervi e aggiungere un nuovo servizio/applicazione per configurare la porta.

    Quindi inseriamo un nome ad esempio "Lookathome_SalaRiunioni";
    L'indirizzo della telecamera in questo caso "192.168.1.150";
    Il numero della porta "3000" sia iniziale che finale quindi 3000, 3000;
    Il protocollo deve inserire TCP;
    Salvare le impostazioni
    .

    A questo punto nelle informazioni della telecamera sarà abilitato il DDNS della telecamera, ad esempio http://ab5151.myfoscam.org:3000 (indirizzo inventato, dovrà utilizzare il suo DDNS riportato sulla telecamera o nel menù DDNS).

    Grazie a questo indirizzo si potrà accedere alla telecamera da qualsiasi parte del mondo in qualsiasi momento. Questo è il metodo per configurare la telecamera manualmente.

    UPnP Funzione UPnP

    Se in questo modo non si riesce a configurare la telecamera, si può provare ad utilizzare la funzione UPnP, ma questo è possibile solamente su alcuni router.
    Nel router bisogna cercare la sezione "UPNP" e abilitare tale funzione.
    Stessa cosa nella telecamera, quindi andare nel sotto menù "UPnP" e abilitare tale funzione. Se tutto ha funzionato nello stato del dispositivo la voce "UPNP Status" sarà Success.

    Come si può vedere è facilissimo configurare una
    NOSTRA TELECAMERA P2P.

    La telecamera usata nella guida è la FI9826P, ottima telecamera motorizzata da interno a BASSO COSTO! Se vi interessa la FI9826P, non potete ASSOLUTAMENTE perdere la R2 e la C1.

    Ricordiamo che nell'articolo precedente: "Come vedere le telecamere da remoto - Lezione 1" abbiamo spiegato come configurare la telecamera da remoto attraverso l'uso del proprio smartphone.

  • Come vedere le telecamere da remoto - Lezione 1

    Videosorveglianza: Come vedere le telecamere da remoto

    Lezione n°1 - Configurazione Telecamera IP da smartphone

     

    CONFIGURAZIONE QR-CODE DA SMARTPHONE

    Come vedere le telecamere da remoto? Penserete che sia difficile e invece no! La configurazione da smartphone con Codice QR è semplice e veloce. Non bisogna fare altro che scaricare l'applicazione Foscam Viewer su App Store oppure Google Play.

    App Store "Foscam Viewer" su App Store

    Una volta scaricata l'applicazione sul proprio cellulare, bisogna cliccare sull'icona "IPC".

    IPC Visuale schermata IPC

    Successivamente, pigiare su simbolo della lente con il riquadro QR-code, quindi bisognerà inquadrare il codice QR (posto sulla telecamera) con la fotocamera del telefono. Le verrà chiesto di impostare l'Username e la Password, automaticamente potrà vedere la sua telecamera da remoto.

    CONFIGURAZIONE MANUALE DA SMARTPHONE

    Come vedere le telecamere da remoto se non riesco a configurarla con il codice QR?
    La configurazione manuale è un processo più "lungo" ma allo stesso tempo efficace. Sempre tramite applicazione clicchi sull'icona "IPC".
    Clicchi sul terzo simbolo (+).

    IPC Schermata IPC su Foscam Viewer

    Inserire i seguenti dati:

    *Dev type: "High definition"
    Dev name: [INSERIRE IL NOME DELLA TELECAMERA] (Esempio: Foscam/LKM Security/Lookathome/Sala/Ingresso...)
    address: "P2P UID"
    Sotto "P2P UID", bisogna inserire il codice UID sotto il codice a barre QR-code
    *Http Port: 88 [per default]
    *Username: [INSERIRE IL PROPRIO USERNAME]
    Password: [INSERIRE LA PROPRIA PASSWORD]
    Dopo aver compilato i dati, cliccare su "Add"

    Configurazione manuale da Iphone Aggiungere manualmente la telecamera sul proprio smartphone

    In questo momento, nel menù "IPC" la telecamera risulta configurata.
    Per finire, clicchiamo sull'ultima icona in basso a destra ("More")
    Pigiando "Settings"

    More Schermata More su Foscam Viewer

    In questo menù si dovrà spuntare la voce "Only connect in Wi-Fi network"

    Settings Sotto menù Settings su Foscam Viewer

    Tornando nel menù IPC, bisognerà fare click sulla telecamera configurata e attendere che il pallino diventi verde. Una volta che il pallino diventerà verde, si sarà connesso alla sua telecamera. Premere sull'icona in basso a sinistra ("Video"), dove si potrà visualizzare la telecamera.

    Come si può vedere è facilissimo configurare una
    NOSTRA TELECAMERA P2P.

    La telecamera usata nella guida è la FI9826P, ottima telecamera motorizzata da interno a BASSO COSTO! Se vi interessa la FI9826P, non potete ASSOLUTAMENTE perdere la R2 e la C1.

    Vi aspetto venerdì per la seconda lezione su "Come vedere le telecamere da remoto da PC?"

  • L'allarme non basta, un kit di videosorveglianza personalizzato aiuta!

    La casa domotica è la casa del futuro. Tutti immaginiamo la comodità di una casa in grado di gestire autonomamente i propri sistemi, impianti ed elettrodomestici. Una casa in cui tutti gli elementi che la compongono hanno la possibilità di comunicare e interagire tra di loro è una casa che ci permette di rilassarci e non pensare continuamente alla gestione e alla manutenzione. La casa domotica è quanto di meglio possiamo immaginare se il nostro desiderio è quello di rientrare in un'abitazione accogliente, in cui non ci sono problemi di alcun tipo di cui occuparsi dopo una lunga giornata di lavoro.
    Uno degli elementi fondamentali di una casa, specialmente se si trova in zone particolari e soggette a furti frequenti come le ville e le villette isolate o gli appartamenti cittadini delle aree urbane molto popolate, è il sistema di kit di videosorveglianza. Potersi affidare alla tecnologia per vivere serenamente e senza la continua preoccupazione che qualcuno possa entrare in casa o che il sistema di allarme che abbiamo installato vada in tilt è un fattore cruciale se si desidera sfruttare al massimo le potenzialità che i sistemi di automazione domestica possono offrire. Per questo motivo, in funzione di quelle che sono le esigenze specifiche per ognuno di noi, è molto importante scegliere accuratamente il giusto kit di sorveglianza della casa.

    fn7108e4_06-1

    I kit di videosorveglianza permettono di personalizzare l'offerta per la sicurezza della casa domotica. A seconda di dove si vive e del tipo di impegni che si hanno nel corso della giornata (e di conseguenza di quanto tempo passiamo lontano da casa nel corso della settimana) sono preferibili diversi sistemi. In caso di necessità particolari, grazie ai kit di videosorveglianza si può ottenere un sistema integrato, che prevede l'installazione e l'applicazione di più di un sistema contemporaneamente, in modo da rendere l'impianto di sicurezza più completo e meglio adattabile alle necessità dei singoli.
    Tra gli impianti di sorveglianza standard che possono però essere integrati all'interno di kit di sorveglianza personalizzati, il primo elemento che viene in mente è il sistema di allarme. L'allarme nei kit  è solo uno degli elementi ma rimane pur sempre l'elemento chiave del sistema. Nei sistemi di allarme di vecchia generazione è prevista la semplice installazione di una sirena che si attiva nel caso in cui qualcuno dovesse entrare in casa. L'attivazione è legata all'utilizzo di una serie di sensori posizionati strategicamente nei punti più deboli dell'abitazione, da cui è più probabile che eventuali ladri accedano. Nei sistemi più moderni al contrario, il sistema di allarme non conta unicamente sul fatto che i vicini o i passanti possano avvertire le autorità in caso di furto, ma sono collegati direttamente con le stazioni dei servizi di sorveglianza, che quindi possono intervenire tempestivamente senza che vi siano intermediari.
    Con i kit di sorveglianza più in voga nella casa domotica, c'è la possibilità di collegare il sistema di sorveglianza e di allarme direttamente al cellulare. Infatti oltre all'allarme in sé, è possibile installare anche un sistema di videosorveglianza. L'utilizzo di telecamere può a volte risultare poco pratico se applicato ad abitazioni che si trovano in centro città, ma è certamente il sistema migliore per scoraggiare eventuali ladri e malintenzionati nelle case e nelle ville isolate, fuori dai centri cittadini. Un simile sistema consente inoltre di poter usufruire di un sistema di sorveglianza completo e a 360 gradi, in modo da essere sempre sicuri di ciò che accade nelle nostre case quando non ci siamo.
    La possibilità di collegare il cellulare al sistema di allarme è la chiave di volta nella svolta tecnologica in quanto a gestione dei sistemi domestici.
    Grazie all'utilizzo degli smartphone infatti è possibile controllare continuamente lo stato del sistema e della casa. Il sistema di allarme può essere governato e gestito a distanza grazie alla configurazione con le applicazioni per smartphone, quindi si possono in questo modo eliminare numerose preoccupazioni. Anche se ci si dimentica di inserire l'allarme quando si lascia l'abitazione, si può porre rimedio con pochi click anche a chilometri di distanza.

    Sei pronto a scegliere un kit? Dai un occhiata ai nostri kit di video sorveglianza HD

    fn7108e4-1
    La configurazione tramite smartphone di un kit di videosorveglianza inoltre consente di vedere in tempo reale lo status del sistema. Se l'allarme si attiva e inizia a suonare, si viene avvertiti immediatamente dall'applicazione, che segnala tutte le anomalie e tutte le novità riguardo l'accensione o lo spegnimento del sistema di sicurezza della casa. Se si è consci del fatto che l'allarme sta suonando per un motivo errato (qualcuno che rientra in casa senza sapere che l'allarme è inserito ad esempio) si può disattivare immediatamente l'allarme senza che vi siano conseguenze tanto per la casa quanto per i vicini che potrebbero stancarsi di sentire un allarme che suona senza che nessuno lo disattivi. Tramite smartphone inoltre è possibile accedere anche al sistema di videosorveglianza. Se si vuole verificare che non ci sia nessuno o se, in caso di attivazione dell'allarme, si vuole verificare l'identità di coloro che stanno tentando di entrare in casa, bastano pochi secondi ed ecco che si può vedere in tempo reale cosa viene ripreso dalle telecamere installate nella casa.
    Il sistema di sorveglianza e antifurto per la casa domotica è tanto avanzato da essere in grado di anticipare in alcuni casi eventi potenzialmente rischiosi o dannosi. Ad esempio è possibile impostare il sistema in modo tale da essere avvertiti nel caso in cui le telecamere della videosorveglianza dovessero individuare movimenti sospetti nei pressi della casa. Persone che si avvicinano al perimetro e vi permangono per un tempo più lungo di quello che ci si aspetterebbe da un comune passante ad esempio, mandano in allarme il sistema che di conseguenza invia tramite smartphone una serie di fotogrammi preventivi estrapolati dai video.

    Sei pronto a scegliere un kit? Dai un occhiata ai nostri kit di video sorveglianza HD

Oggetti 1 a 5 di 13 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3

Promozione Fototrappola