sicurezza

  • Stockisti: Non sempre il prezzo più basso è una garanzia

    Noi tutti almeno una volta, tra dubbi e perplessità, abbiamo fatto un acquisto online, molti di noi sicuramente hanno sentito parlare o acquistato dal sito e-commerce Stockisti.com che vende smartphone di ultima generazione a prezzi veramente stracciati. Venerdì 6 Luglio 2017 con gran stupore di tutti è arrivata la notizia in merito alla chiusura definitiva di uno dei più grandi siti di e-commerce stockisti.com.

    Ebbene si, la Polizia di Stato ha oscurato il sito e arrestato 18 persone per un evasione fiscale pari a 50 milioni di euro. Questo scandalo, oltre a causare scalpore e indignazione, ha procurato paura in tutti i clienti che hanno acquistato prodotti da questo sito.

    Gli Stockisti: e-commerce oscurata dalla Polizia di Stato per evasione fiscale pari a 50 milioni di euro

    Stockisti: Applicava la garanzia legale sui prodotti?

    PREMESSA: Secondo il Codice del Consumo la garanzia legale (del venditore) è obbligatoria per legge, ha validità di due anni dalla consegna del bene, è inderogabile e può essere fatta valere dal consumatore direttamente nei confronti del venditore, nel caso in cui il bene di consumo acquistato presenti un difetto di conformità rispetto al contratto di vendita. Il venditore ha l’obbligo di consegnare al consumatore un prodotto conforme al contratto di vendita.

    Dato che, ad oggi, l’azienda risulta ancora attiva, non dovrebbero esserci problemi a far valere la garanziaMa se il rivenditore chiude l’attività o semplicemente risulta introvabile, sarà impossibile per il consumatore far valere i propri diritti relativi alla garanzia.

    Ad ogni modo invitiamo tutti i clienti a conservare per almeno ventisei mesi gli scontrini fiscali (meglio ancora una fotocopia per evitare la cancellazione del testo sulla carta chimica) o le fatture intestate ad una persona fisica.

    Stockisti: E' valida la garanzia del produttore?

    E' presente la garanzia commerciale (del produttore). Il consumatore può decidere di far valere la garanzia del produttore portando il prodotto direttamente ad un Centro di Assistenza Autorizzato del produttore nei casi di difetti previsti da tale garanzia.

    I prodotti venduti da Stockisti.com spesso risultavano di importazione da paesi europei e non italiani. Questo potrebbe significare la difficoltà di ottenere una garanzia vera e propria, dato che alcuni produttori non consentono riparazioni sui prodotti di importazione.

    Molti produttori hanno già fatto sapere che non offriranno garanzia sui prodotti venduti da evasori fiscali (come nel caso della e-commerce Gli Stockisti).

    Stockisti: Recesso e Rimborso

    L’azienda è ancora operativa (è stato oscurato solo il sito ), pertanto è possibile al momento esercitare il diritto di recesso.

    Ai sensi dell’art. 52 del Codice del Consumo il cliente ha il diritto di recedere dal contratto di acquisto per qualsiasi motivo, senza necessità di fornire spiegazioni. Il diritto di recesso può essere esercitato dal cliente entro il termine di 14 giorni dal ricevimento della merce acquistata.

    Come è possibile tutelarsi da questi avvenimenti?

    Dare la preferenza a siti certificati o ufficiali. In rete è possibile trovare ottime occasioni ma quando un'offerta si presenta troppo conveniente rispetto all'effettivo prezzo di mercato del prodotto che si intende acquistare, allora è meglio verificare su altri siti. Potrebbe essere un falso o rivelarsi una truffa. Meglio scegliere negozi online di grandi catene già note perché oltre a offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili anche per quanto riguarda l'assistenza e la garanzia sul prodotto acquistato e sulla spedizione dello stesso. In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di sicurezza che permettono di validare l'affidabilità del sito web.

    Dietro all'indirizzo di un sito deve esserci un vero negozio. Prima di completare l'acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di partiva Iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l'azienda. Un sito privo di tali dati probabilmente non vuole essere rintracciabile e potrebbe avere qualcosa da nascondere. I dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito istituzionale dell'Agenzia delle Entrate.

    Gli Stockisti: e-commerce oscurata dalla Polizia di Stato per evasione fiscale pari a 50 milioni di euro

    Leggere sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti. Prima di passare all'acquisto del prodotto scelto è buona norma leggere i "feedback" pubblicati dagli altri utenti del sito. Anche le informazioni sull'attendibilità attraverso i motori di ricerca, sui forum o sui social sono utilissime. Le 'voci' su un sito truffaldino circolano velocemente online.

    Utilizzare soprattutto carte di credito ricaricabili. Per completare una transazione d'acquisto sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta e indirizzo per la spedizione della merce. Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali che, in quanto tali, dovete custodire gelosamente e non divulgare.

    Al momento di concludere l'acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di 'https' nella barra degli indirizzi sono ulteriori conferme sulla riservatezza dei dati inseriti nel sito e della presenza di un protocollo di tutela dell'utente, ovvero i dati sono criptati e non condivisi.

    Assicurare gli acquisti. Oltre che controllare i dettagli della transazione e le modalità di consegna, è importante scegliere sempre una spedizione tracciabile e assicurata. Il costo potrebbe essere di poco superiore ma permette di sapere in modo certo e tempestivo dove si trova l'oggetto acquistato fino alla sua consegna.Non sempre il prezzo più basso è una garanzia

    Cosa offrono Lookathome e Foscam Italia per tutelare i propri clienti?

    Gli Stockisti: e-commerce oscurata dalla Polizia di Stato per evasione fiscale pari a 50 milioni di euro

    Perché acquistare lo stesso prodotto a un prezzo superiore?
    Questa è la domanda che molti si pongono prima di effettuare l'acquisto dal Distributore Ufficiale o direttamente dal Produttore.

    Per questo motivo, noi di Lookathome e di Foscam Italia da alcuni mesi stiamo portando avanti la campagna commerciale "Foscam Miglior Prezzo", dove ci segnalate il prezzo più competitivo per un determinato prodotto Foscam e noi penseremo a farvi lo stesso prezzo. Per fare in modo che non succeda quello che è successo ai clienti dei Stockisti.com

    Assistenza Italiana: Siamo in grado di aiutare e trovare una rapida soluzione di tutte le problematiche del prodotto. Sia che abbia la necessità di una riparazione hardware o di un semplice intervento software il nostro servizio di assistenza su prodotti saprà seguire e consigliare con esperienza e professionalità.

    Reso Facile: Qualora il prodotto non è di tuo gradimento o è guasto, basterà contattarci. I nostri operatori potranno cambiare con un altro prodotto o rimborsarti. Puoi acquistare liberamente senza doverti preoccupare di nulla!

    LE NOSTRE TELECAMERE COPERTE DA GARANZIA ITALIANA:

    Telecamera Foscam FI9928P - Stockisti Telecamera Foscam FI9928P
    Telecamera Foscam FI-C1 - Stockisti Telecamera Foscam FI-C1
    Telecamera Foscam FI9900P - Stockisti Telecamera Foscam FI9900P

    Articoli che ti potrebbero interessare:

    Perché scegliere Lookathome? - Stockisti Perché scegliere Lookathome?
    Store LKM Security - Stockisti Trova il negozio LKM Security più vicino a te
    KIT di Videosorveglianza Foscam - Stockisti KIT di Videosorveglianza Foscam
  • Firmware Foscam Annuncio integrazione del sistema di sicurezza

    Annuncio importante sulla Sicurezza del Firmware Foscam

    Nell'ultimo periodo si rincorrono molteplici notizie, che parlano della mancata sicurezza del sistema di protezione delle telecamere Foscam. Qui di seguito abbiamo fornito aggiornamenti sulla reale situazione del Firmware Foscam. In alcuni casi abbiamo rilasciato una nuova Versione del firmware, per migliorare il processo di sicurezza delle telecamere. Vogliamo rassicurare tutti i nostri clienti, che Foscam è molto sensibile sulla sicurezza dei propri clienti, per questo mettiamo Nero su Bianco i 18 punti messi in discussione da case produttrici di altri brand di telecamere di sicurezza.
    Gli aggiornamenti riguardano problemi minori e per i quali non ci sono segnalazioni di violazioni di sicurezza con i prodotti Foscam.

    Alcuni punti possono sembrare scontati, ma vengono date 18 risposte a 18 supposizioni date da casa produttrici di altri brand, concorrenti per la videosorveglianza. Potete quindi capire da subito il motivo di tutto ciò.

    Veniamo al primo punto

    1)  Nella prima accensione se una telecamera Foscam non è mai stata utilizzata, il nome utente e la password predefiniti sono "admin" e "blank" (campo vuoto). Abbiamo constatato che le credenziali di default diventano obsolete se la telecamere non viene inizializzata, inserendo obbligatoriamente le nuove credenziali di accesso. Durante la configurazione (tramite l'applicazione oppure da PC), gli utenti devono sempre specificare un nuovo nome utente e password; Perché non è possibile utilizzare la IPCam senza modificare la password predefinita, non crea rischi. La documentazione di ogni pacchetto inoltre dirige l'utente attraverso questa procedura necessaria per consentire la funzionalità della telecamera.

    2) In precedenza, con un account Vestigial FTP  poteva essere accessibile in un numero limitato di modelli; Ma solo su una rete locale, mai una rete remota. Questo account ha pertanto presentato un rischio di sicurezza molto trascurabile, ma nell'ultimo Firmware Foscam abbiamo risolto un errore di programmazione che impediva che questo account venisse disattivato.

    3) Precedentemente, è stata associata una password con codifica complessa con il suddetto account FTP (descritto in precedenza al punto 2). Poiché l'account FTP è stato disattivato, queste credenziali rigide sono state rimosse.

    4) Per i clienti che acquistano più telecamere abbiamo implementato una funzione di esportazione di configurazione per aumentare la facilità di impostazione di ulteriori connessioni WiFi, impostazioni di allarme, ecc. Tutti i modelli di telecamere utilizzano lo stesso codice di codifica per crittografare il file di configurazione quando l'utente ha cambiato i dati per esportare le impostazioni di configurazione.
    Questo potrebbe sembrare un problema di sicurezza ma in realtà non esiste alcun rischio di protezione: qualsiasi utente non autorizzato deve avere credenziali amministrative per ottenere questo file di configurazione e accedere alle telecamere. In sintesi, a meno che la persona non autorizzata è in grado di rompere una password complessa, non c'è modo per loro di ottenere il file.

    5) Prima, l'interfaccia Web (UI Web) aveva delle credenziali nascoste utilizzate per i test del produttore. Anche se queste credenziali non sono in grado di fornire in alcun mezzo le informazioni o i contenuti del cliente (ad esempio nome utente, password, feed video, ecc.), Nell'ultimo Firmware Foscam è stata elimina questa interfaccia di test.

    6) In precedenza, il codice sorgente per le telecamere conteneva funzionalità di telnet, che era disabilitata e quindi non utile per attività non autorizzate. Tuttavia, questo codice sorgente è stato eliminato nell'ultimo firmware.

    7) Il Rischio per la sicurezza della telecamera associata al comando "Aggiungi Utente" è stata rafforzata nell'ultimo Firmware Foscam.

    8) In passato, con i diritti da amministratore, un comando remoto poteva essere tentato in /mnt/mtd/boot.sh tramite productconfig.xml. Per qualsiasi dispositivo informatico, se si conoscono le credenziali, l'utente può controllare il dispositivo; comunque richiede l'accesso all'account amministratore. Tuttavia, abbiamo rafforzato la sicurezza sull'inserimento del productconfig.xml nell'ultimo Firmware Foscam.

    9) Dall'esecuzione dei miglioramenti di sicurezza del firmware nel 2016, l'account Onvif anonimo (implementazione standard per i dispositivi che lavorano con NVR supportati dal protocollo Onvif) potrebbero recuperare informazioni limitate sulla IPCam, come le versioni firmware. Tuttavia, queste informazioni sulla camera possono essere recuperate solo tramite la rete locale (mai da remoto senza che l'utente abilita esplicitamente abilitato UPnP, disabilitato per default). Era ed è impossibile accedere a qualsiasi informazione o contenuto privato (ad esempio username / password utente, feed video, immagine ecc.). Inoltre, l'account anonimo non ha il privilegio di chiamare `devicemgmt 'o` SetDNS'.

    [Tieni presente che, anche se questo Protocollo Onvif non ha pertanto un rischio di sicurezza sostanziale, il nostro nuovo firmware ha comunque disabilitato l'account anonimo Onvif con l'impostazione predefinita. Per gli utenti che desiderano utilizzare i dispositivi insieme a determinati NVR che richiedono l'abilitazione del protocollo Onvif, possono farlo quando si connettono tramite l'interffacia grafica della telecamera Foscam o con il software Foscam VMS. Abbiamo disabilitato l'account anonimo Onvif per la rassicurazione di qualsiasi preoccupazione di rischio sconosciuto, anche se nessun rischio è stato scoperto e l'implementazione di Onvif di Foscam è completamente sicuro da utilizzare con NVR anche quando l'account anonimo è abilitato.]

    10) Precedentemente, si poteva subire un attacco all'assegnazione delle autorizzazioni di /mnt/mtd/boot.sh. Come spiegato negli articoli 7 e 8, è possibile effettuare l'accesso da qualsiasi dispositivo informatico, purché si abbiano le credenziali di accesso. Per questo motivo consigliamo di cambiare Username e Password ogni 1/3 mesi e di trascriverla su un foglio e non sul telefonino/email/ dispositivo elettronico. Tuttavia, abbiamo rafforzato la sicurezza delle autorizzazioni nell'ultimo Firmware Foscam.

    11) Precedentemenre, con l'account di amministratore si poteva assegnare autorizzazioni di / mnt / mtd / app. Come sopra descritto nel punto 10 e per qualsiasi dispositivo informatico, se un utente dispone di un accesso amministrativo, l'utente può controllare il dispositivo; Ma ciò richiede la frattura della password associata all'account amministratore. Tale possibilità, di tale rischio associato a qualsiasi tentativo di questo metodo, è pertanto estremamente trascurabile; Tuttavia, abbiamo rafforzato la sicurezza di questa assegnazione delle autorizzazioni nell'ultimo Firmware Foscam.

    12) A causa della confusione tra alcuni utenti riguardo ai privilegi del Protocollo Onvif (vedi punto 9), confermiamo che da quando i miglioramenti di sicurezza firmware sono stati implementati nel 2016, questo account non ha alcuna capacità di chiamare `media` e` GetStreamUri'.

    [Tieni presente che, anche se questo Protocollo Onvif non ha pertanto un rischio di sicurezza sostanziale, il nostro nuovo firmware ha comunque disabilitato l'account anonimo Onvif con l'impostazione predefinita. Per gli utenti che desiderano utilizzare i dispositivi insieme a determinati NVR che richiedono l'abilitazione del protocollo Onvif, possono farlo quando si connettono tramite l'interffacia grafica della telecamera Foscam o con il software Foscam VMS. Abbiamo disabilitato l'account anonimo Onvif per la rassicurazione di qualsiasi preoccupazione di rischio sconosciuto, anche se nessun rischio è stato scoperto e l'implementazione di Onvif di Foscam è completamente sicuro da utilizzare con NVR anche quando l'account anonimo è abilitato.]

    13) A causa della confusione tra alcuni utenti in merito ai privilegi dell'account anonimo Onvif (vedi gli articoli 9 e 12 sopra), confermiamo che dai miglioramenti di sicurezza del Firmware Foscam implementati nel 2016, questo account non ha alcuna capacità di chiamare `devicemgmt ' e `SystemReboot '.

    [Tieni presente che, anche se questo Protocollo Onvif non ha pertanto un rischio di sicurezza sostanziale, il nostro nuovo firmware ha comunque disabilitato l'account anonimo Onvif con l'impostazione predefinita. Per gli utenti che desiderano utilizzare i dispositivi insieme a determinati NVR che richiedono l'abilitazione del protocollo Onvif, possono farlo quando si connettono tramite l'interffacia grafica della telecamera Foscam o con il software Foscam VMS. Abbiamo disabilitato l'account anonimo Onvif per la rassicurazione di qualsiasi preoccupazione di rischio sconosciuto, anche se nessun rischio è stato scoperto e l'implementazione di Onvif di Foscam è completamente sicuro da utilizzare con NVR anche quando l'account anonimo è abilitato.]

    14) A causa della confusione tra alcuni utenti riguardo allo scopo e alle limitazioni del firewall della telecamera, confermiamo che il Firewall Foscam non è un firewall completo come quello implementato in un personal computer. È stato progettato per fornire le funzioni di filtro IP di base agli indirizzi ip inseriti nella lista delle eccezioni.

    15) In precedenza, il nostro protocollo di accesso rifiuta l'accesso al dispositivo per 5 minuti dopo aver tentato 6 volte di entrare con credenziali errate entro 10 secondi. Questo sistema è stato progettato per prevenire tentativi di hacking molto insistenti. Con questa politica, ogni password a 6 cifre comprensibile da lettere e numeri casuali richiederebbe circa 3.600 anni di ricerca continua per essere trovata.

    Questo è stato anche progettato per evitare di compromettere l'accesso a sistemi computerizzati, poiché la maggior parte delle persone non può completare 6 tentativi in ​​10 secondi manualmente. Tuttavia, per questa stessa ragione i nostri prodotti possiedono questo meccanismo di sicurezza essenziale. Pertanto abbiamo alzato il nostro livello di sicurezza per rifiutare i tentativi di accesso da hacker.

    16) Prima, dell'attacco di Denial of Service (DoS) si poteva eseguire il feed video tramite protocollo RTSP. Questo non ha rappresentato rischi per la privacy per i clienti, ma in un tale attacco, l'utente non poteva accedere al diretta video e la telecamera richiedeva un riavvio per ristabilire il video. Abbiamo aggiornato il componente RTSP nell'ultimo firmware Foscam, per rafforzare ulteriormente la protezione contro gli attacchi DoS.

    17) A causa della incomprensione tra alcuni utenti riguardo ai privilegi del conto anonimo Onvif (vedi gli articoli 9, 12 e 13 sopra), confermiamo che sin da quando i miglioramenti di sicurezza firmware implementati nel 2016, questo account non ha alcuna possibilità di chiamare `Stato 'e' Informazioni sul dispositivo '.

    [Tieni presente che, anche se questo Protocollo Onvif non ha pertanto un rischio di sicurezza sostanziale, il nostro nuovo firmware ha comunque disabilitato l'account anonimo Onvif con l'impostazione predefinita. Per gli utenti che desiderano utilizzare i dispositivi insieme a determinati NVR che richiedono l'abilitazione del protocollo Onvif, possono farlo quando si connettono tramite l'interffacia grafica della telecamera Foscam o con il software Foscam VMS. Abbiamo disabilitato l'account anonimo Onvif per la rassicurazione di qualsiasi preoccupazione di rischio sconosciuto, anche se nessun rischio è stato scoperto e l'implementazione di Onvif di Foscam è completamente sicuro da utilizzare con NVR anche quando l'account anonimo è abilitato.]

    18) Dopo il rilascio del Firmware Foscam nel 2016 per migliorare la sicurezza, l'account anonimo Onvif (implementazioni standard per i dispositivi che lavorano con i NVR supportati da Onvif, ossia la maggior parte dei fornitori devono implementare questo per supportare Onvif) potrebbero recuperare solo informazioni limitate sulla IPCam (ad esempio le versioni firmware). Solo tramite la rete locale (ovvero mai da remoto senza che l'utente abilita esplicitamente uPnP, che è sempre disabilitato per impostazione predefinita). Non è possibile accedere a informazioni e contenuti privati ​​(ad esempio nome utente / password utente, feed video, immagine ecc.). Inoltre, l'account anonimo non dispone del privilegio di chiamare `devicemgmt 'o` SetDNS'. Tuttavia, se la versione firmware di una Telecamere precedentemente aggiornata agli aggiornamenti del 2016 o se un utente non autorizzato aveva ottenuto diritti di amministratore, potrebbe essere eseguito un attacco di overflow di buffer che utilizza il metodo setDNS utilizzato da Onvif. E per qualsiasi dispositivo informatico, l'utente può controllare il dispositivo esclusivamente se è a conoscenza del Username e Password.

    Si ricorda che dal 2016 le versioni del firmware non presentano alcun rischio di sicurezza sostanziale. Comunque, il nostro nuovo firmware disattivato l'account anonimo Onvif per impostazione predefinita. Per gli utenti che desiderano utilizzare i dispositivi insieme a determinati NVR che richiedono l'abilitazione, possono farlo tranquillamente tramite Foscam Web UI o Foscam VMS.

    In conclusione, per iscritto, abbiamo cercato di dimostrare che Foscam mette sempre in primo piano la sicurezza e che facciamo uno sforzo continuo e sincero per stare al passo con gli standard del settore. Come abbiamo spiegato, tutte le 18 vulnerabilità sono state risolte (in molti casi, erano già stati risolti da più di un anno). Non sono mai state rilevate violazioni conosciute, anche prima di queste correzioni, e speriamo che questo chiarimento ristabilisca qualsiasi dichiarazione concorrente contraria dimostrando semplicemente i fatti.

    Ringraziamo i nostri clienti per essersi fidati di noi. Cercheremo sempre di onorare la vostra fiducia e guardare alla tua sicurezza con la massima serietà, tempestività e diligenza.

    Ultimo Firmware Foscam - Scaricalo subito

    Clicca qui per scaricare il Firmware Versione  2.x.2.29 per i modelli: C1 Lite V3, C1 V3, FI9800E V2, FI9800P V3, FI9800W V2, FI9800XE V2, FI9803P V4, FI9816P V3, FI9821EP V2, FI9821P V3, FI9826P V3, FI9831P V3, FI9851P V3 e FI9853EP V2.

    Clicca qui per scaricare il Firmware Versione  2.x.2.43 per i modelli: C1 ,C1 V2, C1-Lite, C1-Lite V2, FI9800E, FI9800P, FI9800P V2, FI9800W, FI9800XE, FI9803P V2, FI9803P V3, FI9815P, FI9815P V2, FI9816P, FI9816P V2 e FI9851P V2.

    Scopri le Telecamere IP con l'ultimo Firmware Foscam preinstallato

    Telecamera Foscam FI9928P - Firmware Foscam Telecamera Foscam FI9928P
    Telecamera Foscam FI9900P - Firmware Foscam Telecamera Foscam FI9900P
    Telecamera Foscam FI-R4B - Firmware Foscam Telecamera Foscam FI-R4B

    Articoli Correlati:

    Difficoltà con il plugin Foscam? IE Tab è la soluzione - Firmware Foscam Difficoltà con il plugin Foscam? IE Tab è la soluzione
    Sicurezza prima di tutto - Firmware Foscam Sicurezza prima di tutto
    4 Consigli per scegliere un allarme Casa Intelligente - Firmware Foscam 4 Consigli per scegliere un allarme Casa Intelligente
  • Sicurezza prima di tutto

    Lunedì 22 maggio è andato in onda il servizio "Sorvegliati speciali" di Giorgio Mottola, durante la trasmissione Report. In questo servizio veniva evidenziato come è possibile essere spiati da dispositivi sempre connessi (televisori, telecamere, lavatrici intelligenti, etc.) che abbiamo comprato per curare la nostra casa. In molti ci avete chiamato per sapere se fosse vero quello che è stato riportato dal programma televisivo. In questo articolo facciamo chiarezza su quanto detto e come si comportano i nostri prodotti la sicurezza necessaria.

    LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO - Proteggere le proprie telecamere da attacchi hacker

    La sicurezza nel videoclip  del programma la fa da padrone, viene utilizzata difatti una IPCam di bassa qualità (come è evidenziato dallo stesso hacker informatico intervistato), dove le credenziali di default non vengono cambiate subito. Questa mancanza di sicurezza, ha fatto si che l'esperto informatico si connettesse all'indirizzo IP del computer del conduttore e successivamente alla telecamera, avendo completo accesso di essa.

    E' vero che successivamente il protagonista cambia username e password ma ormai è troppo tardi poiché il soggetto non autorizzato è già all'interno del suo PC. Quindi, ha totale accesso a tutte le sue informazioni. La domanda quindi che ci facciamo è realmente così "facile" accedere a queste telecamere?

    La risposta che vi diamo è che non è assolutamente facile accedere ad una telecamera da uno sconosciuto.

    CONSIGLI PER METTERE IN SICUREZZA LA TUA PRIVACY

    LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO - Proteggere le proprie telecamere da attacchi hacker

    Ora vi spieghiamo perché le nostre telecamere sono più sicure della IPCam utilizzata nel video della trasmissione di Rai 3...
    Installando e configurando una telecamera Foscam, la prima cosa che viene chiesto all'utente è proprio quello di cambiare Username e Password per una TOTALE AUTODIFESA contro soggetti non autorizzati. Se non viene fatto la telecamera non sarà visibile. Questa autodifesa viene utilizzata da Foscam già da vari anni.

    Un altro punto che andiamo ad approfondire è il famoso indirizzo IP, il software che viene mostrato nel servizio permette di "identificare" l'ip della propria abitazione, ma quello che accade è un identificazione della zona differente dalla nostra. Quindi ciò non è la nostra abitazione. Provare per credere.

    Detto questo la tecnologia presa in esame dalla trasmissione e spiegata in questo articolo, si riferisce ad un sistema di connessione remota ad oggi obsoleta.
    Difatti già dal 2015 la Foscam, ha introdotto nelle sue telecamere il sistema Peer to Peer, ovvero P2P, sta a significare “condivisione di risorse tra pari”, dal significato di peer = pari, uguale. E' un sistema di condivisione di file basato su una nuova tecnologia che sta assumendo sempre più importanza nel campo dell'informatica.

    Con la funzione P2P è possibile accedere alla telecamera, tramite l'applicazione ufficiale, con un unico account cosicché altri utenti non possano entrare nelle impostazioni della IPCam.

    Per un efficiente sicurezza del proprio sistema di videosorveglianza, ma anche di qualsiasi cosa che sia protetta da password, si consiglia di cambiare sempre Username e Password ogni 1/3 mesi e non trascrivere questi dati in portali facilmente raggiungibili (via email, note del telefono, file word sul PC).

    Questo è il vero e unico modo di difendersi da attacchi Hacker.

    Qui di seguito vi riportiamo le telecamere più sicure con alti sistemi di protezione.

    Sicurezza Telecamera IP Motorizzata R2 di colore bianco Telecamera IP Motorizzata R2 di colore bianco
    Sicurezza Telecamera IP FI9803P di colore bianco, per uso esterno Telecamera IP FI9803P per uso esterno
    Sicurezza Telecamera IP motorizzata FI9826P di colore nero Telecamera IP motorizzata FI9826P di colore nero

     

    Se desideri avere più maggiori informazioni non esitare a contattarci.
    Email: consumer1@lookathome.it
    Telefono: 0773 284477

    Articoli che ti potrebbero interessare:

    Configurazione Telecamera IP da computer
    SICUREZZA - KIT Videosorveglianza: ASSISTENZA TECNICA ITALIANA Assistenza tecnica italiana: Teniamo alla vostra soddisfazione
    SICUREZZA - KIT Videosorveglianza IP Foscam telecamere per uso esterno FI9900P FULL HD 1080P 2 Megapixel Telecamere wireless: cosa sono e a cosa servono?
  • Impostazioni email telecamere Foscam: Scopri come ricevere le notifiche

    Guida completa come abilitare le Impostazioni Email telecamere Foscam

    Per prima cosa, bisogna entrare nell'interfaccia grafica della telecamera utilizzando le proprie credenziali.
    Bisogna abilitare la funzione "Impostazioni email", presente nel menù principale "Rete".

    Inserire il Server SMTP.
    Esempio:
    - Per chi utilizza l'indirizzo di posta elettronica Gmail è "smtp.gmail.com";
    - Per chi utilizza l'indirizzo di posta elettronica Hotmail è "smtp.hotmail.com" oppure "smtp.hotmail.it";
    - Per chi utilizza l'indirizzo di posta elettronica Libero è "smtp.libero.it".

    Nel nostro caso, utilizzeremo un account Gmail, quindi: "smtp.gmail.com".

    Inserire Porta SMTP e il Tipo di connessione Crittografata.
    Per chi possiede l'indirizzo di elettronica gmail è:
    ♦ Porta SMTP: 465 (riquadro rosso);
    ♦ Tipo di connessione Crittografata: TLS (riquadro arancione).

    Inserire SMTP Username e Password.
    Bisogna semplicemente inserire le credenziali del proprio indirizzo di posta elettronica.
    SMTP Username: indirizzo di posta elettronica (riquadro rosso);
    SMTP Password: password dell'email (riquadro arancione).

    Inserire il mittente dell'email (riquadro rosso).
    E' consigliabile utilizzare come "Mittente email" lo stesso indirizzo di posta elettronica inserito nel "SMTP Username".

    Effettuare un TEST.
    Dopo aver inserito l'email che invierà la posta elettronica, si può procedere al TEST (cliccando il tasto indicato nella figura con il riquadro rosso).
    Quando il test ha un esito positivo si visualizzerà il messaggio "Eseguito" (riquadro arancione).

    e si riceverà un email (foto di seguito).

    Nel caso in cui si dovesse ricevere un errore nel riquadro arancione, vi preghiamo di rileggere e reinserire i campi come consigliati in questo articolo. Se ci dovessero essere ulteriori problemi, contattaci via email support@lookathome.it

    Aggiungere destinatari.
    Adesso, non resta che aggiungere tutte l'indirizzi di posta elettronica dove si vuole ricevere notifiche riguardanti la telecamera (Motion Detection, Sound Detection e Temperature Detection). Si possono aggiungere fino a 4 indirizzi di posta elettronica in ricezione.

    Dopo aver letto l'articolo, continuate ad avere dubbi?
    Oppure non riuscite a superare un passaggio?

    Scriveteci un email a consumer1@lookathome.it oppure contattateci telefonicamente al numero 0773 281550

    Prodotti che ti potrebbero interessare:

    Configurazione Telecamera IP da computer
    Configurazione Telecamera IP da smartphone
    Attivare il Motion Detection direttamente da PC
    Perché scegliere Lookathome?
  • Fototrappole LKM Security inchiodano chi abbandona i rifiuti a Catanzaro

    Catanzaro, Fototrappole fanno scattare le prime multe per reati ambientali

    Fototrappole LKM Security inquadrano residenti di Catanzaro ad abbandonare la spazzaturaGli insospettabili del sacchetto inchiodati dai dispositivi utilizzati da Palazzo De Nobili per frenare il malcostume tanto in voga in città di abbondare rifiuti. L’utilizzo delle Fototrappole LKM Security, apparecchiature di piccole dimensioni, installate nelle zone più a rischio stanno iniziando a dare i primi frutti. Sergio Abramo, il primo cittadino del capoluogo, attraverso il social network di Mark Zuckerberg ha reso noti i risultati conseguiti grazie all'installazione delle apparecchiature in grado di immortalare i residenti nell'atto di abbandonare i rifiuti per strada.

    “Le Fototrappole - commenta il sindaco - installate in città hanno già immortalato parecchi trasgressori delle regole sul corretto conferimento dei rifiuti. Una raffica di altre multe è in arrivo. Ci sono cose che uniscono al di là dei colori politici e una città più pulita, sono certo, non è solo il mio obiettivo. So di poter contare sul sostegno incondizionato di tutti voi. Proteggiamo la nostra città da chi non la ama”.

    L’adozione degli impianti si è reso necessario a seguito dell’introduzione nel nuovo sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta, ancora però non ben digerito da tutti i cittadini. Sono molti coloro i quali continuano a non differenziare i rifiuti abbandonandoli poi lungo le strade o in zone dove si creano vere e proprie discariche a cielo aperto.

    Articoli che ti potrebbero interessare:

    Come si configura le Fototrappole LKM Security Come si configura la Fototrappola LKM Security
    Telecamere riprendono furbetto della spazzatura Fototrappole LKM Security Telecamere riprendono furbetto della spazzatura
    Come si configura le Fototrappole LKM Security Come si configura la Fototrappola LKM Security GSM

Oggetti 1 a 5 di 29 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6

I NOSTRI NUMERI

 

Spedizioni Effettuate

 

Installatori Affiliati

 

Clienti Serviti

 

Feedback Positivi

ALCUNI PARTNER

Kit Allarme M2E